lunedì 12 settembre 2011

SIMILPIZZA PEPERONI E SALSICCIA

Ieri sera prima di addormentarmi ho iniziato a pensare un po’ a quanto sono fortunata a vivere da sola, certo, il mio obbiettivo non era proprio questo, il mio obbiettivo era quello di avere una famiglia e dei figli, purtroppo mi sono sposata troppo giovane e ci siamo resi conto troppo tardi di non avere gli stessi obbiettivi, così dopo 5 anni ognuno ha preso la sua strada. 
Sono  fortunata perché ho comprato una casa, che è piccola ma bellissima, ed è bellissima proprio perché l’ho scelta io, ho scelto io l’arredamento, ho scelto io il paese dove vivere, un bel paesino nelle campagne cremasche, che è abbastanza lontano da mia mamma ma non troppo così posso andare a trovarla spesso ma ho una buona scusa quando non mi va di fare il giro parenti, ho scelto io il colore del pavimento del bagno che è di un solarissimo giallo limone, che detto così fa spavento ma vi assicuro che con le piastrelle delle pareti color panna e i mobili scuri è un incanto! 
Sono fortunata perché quando torno a casa la sera il mio cane mi corre incontro e mi fa un sacco di feste e posso permettermi di portalo a fare un bel giro nei campi dietro a casa e restarci tutto il tempo che voglio, abbiamo fatto amicizia con il contadino.
Anche il mio cane è fortunato, ha un bel monolocale con cortile privato (il garage che lascio semichiuso quando sono fuori casa, così può entrare e uscire come gli pare) e di notte dorme in casa nella sua brandina o sul divano quando è in vena di ribellione, però è furbo, quando sente suonare la mia sveglia scende e si fionda nella sua brandina (lo so perché a volte lo sento, però faccio finta di niente perché è troppo simpatico) ed è fortunato perché lo porto fuori a passeggiare tre volte al giorno in qualsiasi condizione climatica (a parte quando piove perché non gli piace troppo bagnarsi) però se lo merita, non mi ha mai sporcato il cortile nemmeno una volta in due anni! Quindi sono fortunata anche con la fauna domestica!! 
Questo è Milo nel suo monolocale, non chiedetemi perché sta sopra alla cuccia anzi che dentro, ho provato a chiederglielo ma non mi ha risposto, quando me lo dirà vi aggiornerò.


Sono fortunata perché ho un lavoro che mi piace e mi piace soprattutto perché ogni mese ho il mio stipendio, certo, è uno stipendio che deve bastare per
Mutuo 
Spesa
Bollette 
Macchina: benzina, assicurazione, bollo, ecc…
Crocchette e veterinario per il mio piccolo principe
Sigarette (purtroppo, però sto cercando di smettere, per ora con scarsi risultati…)
Estetista (una volta all’anno, però sono fortunata, ho esattamente 4 peli superflui e basta la Gillet Venus)
Parrucchiera (ogni due mesi, alla parrucchiera non rinuncio!)
Vestiti e trucchi (anche quelli una volta all’anno….per questo mi sento meno fortunata però…)
Varie ed eventuali che non sto ad elencare per non annoiarvi del tutto!!
Però ho scoperto che l’indipendenza economica ha solo lati positivi, quindi sono fortunata, soprattutto perché se non ho voglia di cucinare posso aprire il frigorifero e preparare delle cenette sfiziose come questa pizza improvvisata da consumare rigorosamente sul divano guardando CSI.
Sono fortunata perché ho incontrato una persona speciale che è davvero una gran brava persona e soprattutto sono fortunata perché mangia e dorme a casa sua per ora, le poche volte che dorme da me litighiamo sempre: per le coperte, io voglio il piumone anche d’estate lui soffre il caldo,  per l’aria condizionata, io l’accendo solo se il termometro in casa supera i 34° lui l’accenderebbe anche quando fuori nevica… e si diciamoci la verità, a vivere da soli ci si abitua bene e poi un altro vantaggio è che il bagno (solarissimo!) è sempre libero e soprattutto pulito, sono un po’ una maniaca dell’ordine….



Tutto questo sproloquiare come avrete certamente capito è per distogliere l’attenzione da questa ricetta (che non è nemmeno una ricetta) che ho visto su un vecchio libro di cucina di Nonna Luisa, anche lei ogni tanto la faceva, purtroppo il libretto non ha più la copertina e non so proprio a chi abbiamo carpito l’idea!


Nell’originale c’era scritto di usare il pancarrè per fare la base della pizza, io avevo in freezer del pane che avevo fatto in precedenza e ho usato quello, anche i peperoni e la salsiccia sono un’aggiunta del momento, ovvero, avevo il frigo vuoto perché ho fatto tardi in ufficio e non sono riuscita a fermarmi a fare la spesa ed era ora di cena….
Devo dire però che ho gradito questa similpizza improvvisata e ho deciso di proporvela, mi farete sapere cosa ne pensate! 


INGREDIENTI
1 pagnotta del mio pane
1 barattolo di passata di pomodoro da 210gr Cirio
1 mozzarella di bufala
Peperoni
Salsiccia
Vino bianco
Basilico fresco
Pepe
Origano

Ho fatto saltare in padella, senza olio, i peperoni tagliati a striscioline e la salsiccia, ho sfumato con pochissimo vino bianco e poi ho aggiunto la passata di pomodoro e ho condito con basilico, origano e pepe; nel frattempo ho tagliato la mozzarella a fette e l’ho tamponata con la carta assorbente per togliere il siero in eccesso.
Successivamente ho tagliato a metà la pagnotta e ho messo uno strato di pomodoro e sopra la mozzarella tagliata a cubetti. 
Ho infornato la similpizza per 10 minuti a 180°.


16 commenti:

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

rimediare per essere felice non e mai troppo tardi ...
ottima la tua ricetta...
un abbraccio e buona giornata..
lia

Ribes e Cannella ha detto...

ottima la tua ricetta, veloce e sfiziosissima :D
e il tuo cane è davvero bellissimissimo!!

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

Ma che simpatico Milo! Ottimi i crostini! ;-) ciao cara! Buona settimana a te!

Mariangela ha detto...

@Lia: ma certo, la vita continua e tutto fa esperienza!! un bacione cara

@Ribes&Cannella: grazie Ileana, a Milo non lo dico però, già se la tira un sacco così, figurati se gli faccio i complimenti!

@Emanuela: si si Milo è un portento, fa davvero ridere! Grazie stellina

carla ha detto...

alla faccia della cena rimediata!!
bava!!
mi sa che rimediero' anche io in questi sistemi!!

Federica ha detto...

ammazza che bontà! complimenti!

Mariangela ha detto...

@Carla: grazie stellina!!

@Federica: grazie anche te, sei molto gentile!

Ale ha detto...

Mariangela bello questo post! A volte vediamo il lato negativo di tante, troppe cose, invece è bello ricordarsi di quanto siamo fortunati.
So cosa vuol dire tornare a casa e trovare un pelosino che ti accoglie con tutto il suo amore, e anche lui sa di certo quanto è fortunato a vivere con te.
La simil pizza è favolosa :D
Baciusss a te e a Milo!

Mariangela ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mariangela ha detto...

@Ale: sono contenta che hai capito al volo quello che volevo dire anche se ho usato duemila parole!! nella vita quello che conta è essere sempre grati di quello che si ha!!
Grazie mille!!

carla ha detto...

Ehi ma siamo vicine, io abito a Lodi, chissà che prima o poi non ci si possa incontrare!!!
Condivido appieno tutto quello che hai detto.
La similpizza è favolosa!!
La rifarò di sicuro, peperoni e salsiccia poi....
Un abbraccio

Valentina ha detto...

Ciao bellissima!
Bello questo post, ho letto qualcosa su di te. L'indipendenza è tanto credimi, sei fortunata e capisco i "piccoliproblemi" di spese &co che ci sono visto che anche il mio moroso abita da solo..però è tutto ripagato! Bellissimo il tuo cagnolino, ho sorriso quando ho letto della mattina, pensa che la mia gatta se vede che non mi alzo subito quando suona la sveglia sale sul comodino e picchietta con le zampe, è troppo bella!! :) La similpizza è buonissima, peperoni e salsiccia mi piace tanto! un bacio carissima!

Mariangela ha detto...

@Carla: e si siamo vicine, dai qualche volta ci organizziamo!!
@Valentina: vivere da soli, è vero, ha più vantaggi! un bacio cara

marbel ha detto...

Spettacolo di post!

Mariangela ha detto...

@Marbel: grazie Marco, troppo gentile! Bentrovato nella mia cucina, ti aspetto ancora!

renata ha detto...

Ma sai che questo post mi era sfuggito...ma sai che sei davvero una persona eccezionale,una piena di grinta, di voglia di fare..una positiva ..come piacciono a me ..che non stanno a lamentarsi per ciò che non hanno ma gioiscono e sono felici per quello che hanno...dietro di noi,ognuna porta un bagaglio di ricordi e scelte che restano e rimangono nostre e che ci fanno quello che siamo...
Ma sai che nel 2000 mi sarei dovuta sposare ma poi ad un mese dalle nozze con l'abito e tutto il resto pronto ho detto di no...ma sai che fumo...che ho provato a smettere ..certe volte con successo e altre, come adesso, meno...
questo per dirti cara Mariangela che più leggo di te più mi sento vicina incredibilmente a te...ed è bello!
Ti abbraccio forte

PS forse sarebbe stata meglio un email...di questo commento lunghissimo...